MILANO – RIMINI

Non intendo – con il titolo – alludere alla distanza o ad un viaggio tra le due città, bensì riferirmi a chi scambia la città (Milano) per il luogo di vacanza estiva al mare (Rimini). Con il caldo anticipato oltre alla colonnina di mercurio sembra essere esplosa anche l’ultima parvenza vitale dei neuroni di molte persone.

Non voglio neppure prendere in considerazione gli uomini (sic!) che girano agghindati con infradito, bermuda e canottiere corredate di ascelle P&P (che non è acronimo di Plug & Play, ma di Pelose & Pezzate), in quanto solo l’immaginarli mi provoca conati di vomito.

Invece mi domando quale sia il motivo che spinge tante donne (dalle ragazzine quattordicenni alle donne ultra sessantenni) a vestirsi in città come se stessero recandosi in spiaggia a prendere il sole. A parte l’aspetto igienico (a meno che non siano eccitate dall’idea di posare le chiappe pressoché nude dove ha appena lasciato il suo alone secreto un trasportatore sudamericano) vorrei capire se si rendono conto che mettere short e gonne a giro passera sia uno stile che utilizzano certe operatrici sociali che espongono la loro mercanzia sui viali di notte, e che quindi ingenera nell’ignaro osservatore una immediata deduzione per similitudine. Ora non voglio giustificare eventuali approcci di dubbio gusto da parte dei maschi, e neppure essere un puritano bacchettone (proprio io!), ma ne faccio una questione di stile e di opportunità; se certi abbigliamenti sono consentiti in spiaggia, li trovo del tutto fuori luogo in (una qualsiasi) città. E poi  vorrei che qualcuna mi spiegasse quale differenza possano fare 10 centimetri di tessuto in più rispetto alla sensazione di calore. L’idea che mi sono fatto io è che chi mi metta le natiche perizomate sotto il naso lo faccia perché io abbia a guardarle, magari anche con libidine, e se lo fa tra le corsie di un supermercato non si offenda se poi io le dovessi attaccare al culo il codice a barre di una bistecca.

ENIGMISTICA

Cambio di vocale

IMG_3202

I (MIEI) PENSIERI CATARTICI 27 – v.m. 18

sottotitolo: “punti di vista”

IMG_3194

Ho capito che eri il mio uomo quando sei arrivato con un mazzo di rose ed una bottiglia di champagne…

…Ho capito che eri la mia donna quando mi hai messo un dito nel culo facendomi un pompino

I (MIEI) PENSIERI CATARTICI 26

IMG_3191

Donald Trump sta affrontando la presidenza USA come se fosse il comitato direttivo di una sua azienda o, peggio ancora, come la trasmissione The Apprentice.

Cazzo, non ditelo a Briatore, o ce lo ritroveremo come presidente del consiglio in pareo ed infradito.

I (MIEI) PENSIERI CATARTICI 25

53563047086fa-match-500x666-1

Caro, ti piacciono i miei jeans nuovi?

Belli, ma ti avevo avvisata di stare attenta al cane ….

TAJASCORÈSE

IMG_3189

I dialetti riescono ad essere stupendi, sia nella versione classica quanto per le nuove fantasiose invenzioni linguistiche.

Come nel caso del nome affibbiato al perizoma, nel titolo del post

DI AGNELLI PASQUALI

In questi giorni tutti scatenati (politici inclusi) in una gara a difesa degli agnelli e dei vegetariani da una parte, o dei carnivori e degli allevatori dall’altra.
Francamente questa diatriba mi interessa poco, e non intendo alimentarla in alcun modo.

Però una cosa posso dirla con certezza, ovvero che anche quest’anno all’agnello continuerò a preferire

 

….la pecorina

fullsizeoutput_1145

Buona Pasqua a tutti …vegani, carnivori e pecorine

ROS(I)TA

IMG_3173

Notizia Ans(i)a: Banderas è in lutto…

…ha scoperto perché non si vede più Rossita nei suoi spot pubblicitari

 

e non vi lamentate della foto, anche questa volta vi ho messo una gallina nuda

ECCO …LO SAPEVO!

image

Alla fine è andata anche questa come tutte le altre volte …tante belle promesse finite in nulla.

Mi aveva promesso che, se fosse accaduto prima a me, si sarebbe occupato  delle mie esequie. Una bella festa con musica e tutti gli altri amici, magari anche qualche bella donna in abiti discinti per rallegrare l’ambiente e rievocare i bei tempi andati.

Invece il mio amico “cassamortaro” ha ceduto l’attività. Ed ora come faccio?

GIORNATA MONDIALE DEL …

bacio

Oggi qualche buontempone  ha lanciato su Twitter la “giornata mondiale del sesso orale” …tralascio il fatto che hanno abboccato in migliaia, lanciandosi nei commenti più disparati, che vanno da approvazione e disapprovazione a quelli che vorrebbero essere spiritosi (qualcuno ha pubblicato la foto di un piatto di carbonara, domandando se anche quello fosse sesso orale). Lo spunto di riflessione è che oramai non si contano più le giornate mondiali – inventate di sana pianta – per celebrare qualcosa o qualcuno, e poiché il calendario ha solo 364 giorni (a volte 365) si finisce con incappare in sovrapposizioni; a questo punto mi lancio anche io con alcune (balzane) idee, ed accetto voti di appoggio o nuovi suggerimenti.

Giornata mondiale  …

  • dei tarzanelli
  • del dito medio esposto in auto ad altri automobilisti
  • del darla via come i panini
  • del restituirla subito dopo
  • degli uomini alti 178 cm
  • della pippa libera (sia inteso che non intendo Pippa Middleton)
  • degli scaccolatori incolonnati in auto
  • dei bonobo (intesi come scimmie, non il gruppo musicale)
  • di chi si fa i cazzi suoi e campa cent’anni
  • della liberazione da social network