MERCATO DI NICCHIA

fullsizeoutput_11a2

Nel marketing vi sono alcune regole che sono basilari, per il successo del proprio business. Una dice che è necessario essere i primi, infatti tutti ci ricordiamo del primo astronauta a mettere il piede sulla luna (Neil Armstrong, anche senza googolare) ma quanti sanno il nome del secondo? Se non si può essere i primi è necessario differenziarsi, ed offrire un servizio diverso da tutti gli altri, ovvero ritagliarsi una propria nicchia di mercato.

Non sfuggono a questa regola di marketting (la seconda t è voluta) neppure le puttane (voi direte prostitute, ma io sono pur sempre politicamente scorretto). Così nelle vie adiacenti la montagnetta di San Siro (Monte Stella, il nome corretto, ma se chiedete questo ad un milanese vero vi guarderà con aria interrogativa) si trovano, accanto alle giovanissime ragazze dell’est Europa (bionde o more, ma tutte alte e slanciate con zeppa trampolata e chiappa fuoriuscente dall’attillato mini short d’ordinanza):

– la settantenne ossuta con i capelli stile Pina Fantozzi, per gli amanti dell’orrido

– la ragazza più larga che alta  con short e cosce cellulitiche che più che la buccia d’arancia sembra abbiano la buccia di ananas (tanto grandi e profondi sono i “buchi”), per gli amanti del materasso ad acqua

– la ragazza incinta all’ottavo mese, per gli amanti del parto in auto

– la cinquantenne formosa alla fermata dell’autobus che pare stia andando all’Esselunga e invece ti mostra la lingua e le tette quando passi, per gli amanti della milf della porta accanto

Io, francamente, se proprio dovessi pagare lo farei per una stragnocca ventenne, ma probabilmente non faccio parte di una nicchia.

Annunci

16 risposte a “MERCATO DI NICCHIA

    • Oppure non sa in quale altro modo fare passare le giornate …in una delle mie vite precedenti lavoravo in banca (più o meno dopo la seconda guerra punica), e veniva di tanto in tanto versare una che batteva in via Torino: avrà avuto quasi settant’anni, magrissima, bruttissima e con un mocio Vileda sfilacciato in testa.
      Ci sarà qualcuno con il gusto dell’orrido

      Mi piace

  1. ahahahahah Fedigrafo, sei proprio un bel grass de rost!Ho già notato i tuoi commenti sul blog della Vagi e, incuriosita, ho deciso di infiltrarmi per farmi 2 risate in piu.
    Ti trovo molto schietto e quindi a proposito delle ultime 2 righe ti chiedo cortesemente di darmi una delucidazione delle tue riguardo a un paradosso che nn comprendo: come mai le strade(e Lugano ecc. ecc.) sono zeppe di donnine che esrcitano il meretricio e nn ho mai trovato un uomo che ammette di frequentarle e anzi si schermiscono e fanno tutti i puritani dicendo ah no io mai???

    Mi piace

    • mah …io li vedo che girano intorno alla montagnetta, in cerca delle giovani slave. Che poi non lo ammettano è anche comprensibile. Quelli che non capisco, però, è perché pagano dei mostri quando potrebbero scegliere quelle giovani e carine.

      Io le donne le ho sempre pagate, in un modo o nell’altro; alcune mi sono costate molti soldi (come la mia seconda moglie), altre delle grandi cicatrici sul cuore

      Mi piace

Sei convinto di ciò che stai per scrivere?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...