INDOLENTE

image

Ultimamente sono stato definito inquieto, mi è stato detto che si percepisce il mio mordere il freno per il desiderio di qualcosa di indefinito. Invece io mi sento indolente, e mi domando qual’è stato il momento in cui ho smesso di stupirmi. Non di stupirmi per le bellezze (anche piccole) della vita, ma delle persone; mi accorgo che ogni volta che parlo con qualcuno so già dove si andrà a parare ….è sempre come un film già visto. Tanto che non riesco più a capire se quello scontato sia io o siano gli altri.

O forse è solo l’aver vissuto troppe vite.

Annunci

37 risposte a “INDOLENTE

  1. Ma no, non ti preoccupare troppo. Sono tappe inevitabili che ci aspettano dietro l’angolo. So che quello che sto per dire suona banale perché dopotutto tutta la nostra vita è banale e noiosa. Siamo noi che cerchiamo di renderla meno monotona e più accettabile con accorgimenti vari. Però ad un certo punto sembra che le nostre risorse si esauriscano e ci troviamo ad un punto morto. Tutto è è già stato visto e sentito, nessuna emozione. Questa è una mia opinione sia chiaro, ma a volte penso che tutta questa nostra frenesia di vivere, questo volere andare oltre l’impossibile, l’inimmaginabile, questo voler essere sempre un passo avanti dell’ignoto, tutta questa smania ci abbia tolto quel sottile piacere di godere di piccole meraviglie che incontriamo lungo il percorso poiché siamo proiettati sempre oltre.
    Prendiamo una cosa scontata come l’amore, talmente inflazionato che ormai non se ne tiene neppure conto. Si passa da un’amore all’altro così come ad un vernissage si passa da un quadro all’altro esprimendo commenti insulsi ma senza capirne veramente l’essenza.Eppure basterebbe pensare che sì, è vero, l’amore è sempre lo stesso, ma si rinnova ogni volta che ci si innamora di nuovo.
    Mi sono dilungata troppo e forse tu non avevi bisogno di una lezioncina. Comunque l’intenzione era buona. Chiudo con una botta sulla spalla e un “coraggio, amico mio, tout passe, tout casse, tout lasse et tout se remplace”

    Liked by 1 persona

    • Forse ho fatto troppo, per scelta o mio malgrado, nelle mie vite. Non desidero qualcosa in più o qualcosa che vada “oltre”, e non trovo la mia vita noiosa o monotona (ogni giorno è una battaglia per la sopravvivenza) ma mi vedo sempre più attorniato da comportamenti prevedibili scontati.

      Liked by 3 people

  2. io non mi stupisco più perchè sono sempre in attesa di qualcosa che mai avrò …perchè la vita mi ha sempre negato le cose belle ..ma mi ha fatto abbracciare le cose brutte..ma sognare dell’amore che non so cosa cavolo sia è bello …parlare d’amore ancora di più….le persone per me sono solo persone con la loro bruttezza e bellezza interiore con le loro unicità….sono persone ….non è questione di essere tutti un pò scontati ..ma saper attraversare il mal di vivere…..con un sorriso sempre

    Liked by 1 persona

  3. quoto in parte quello che ha scritto blurredlines2016.
    io di bello dalla vita non mi aspetto niente, ormai mi sono rassegnata a vivere, certe volte mi sento proprio come Leopardi e mi domando dove sia la felicità e se esista veramente.
    Ormai niente ha più senso, lascio che le cose vadano come vogliono andare e mi sono rassegnata al mio destino.
    Ci sono persone che non sono destinate a trovare l’amore vero, quello che ti fa sentire viva, che ti toglie il respiro, che ti fa sognare, io sono una di quelle, ormai mi sono rassegnata al mio destino.
    buona domenica

    Mi piace

  4. Semplicemente cambia giro di persone (non ho detto non frequetarle più, intendo amplia quello che hai), quando accade che anticipiamo gli eventi delle persone e i loro discorsi e perchè noi ci siamo rinchiusi in una cerchia confort e tutto appare scontato, lo è.

    Cambia visione e il mondo riprende sapore

    Mi piace

  5. quando mi trovo nella situazione di percepire il finale mi dico “ok, cambiamola sta prospettiva”.. nel senso devo modificare un po’ me stessa, se me stessa voglio sorprendere.
    a prendere il solito treno, si vedono le solite facce
    e allora scendo e ne prendo un altro, altre storie, altri vissuti.
    😛

    Mi piace

  6. sono gli altri.
    Ovvero gran parte della gente si sta appiattendo, adattandosi ad uno standard predefinito (da altri).
    Per questo sono così prevedibili.
    Le persone che sono davvero se stesse, con consapevolezza, quelle ti stupiscono. Ma sono una esigua minoranza.
    E si arriva all’indolenza, per una sorta di noia.

    Mi piace

  7. Leggendo gli altri commenti mi viene da dire:
    1) ….minchia che lunedi di merda!
    2) sul lavoro…lasciamo perdere…. ti capisco. Ma del resto serve a guadagnare soldi, via. La vita è un’altra.
    3) quasi tutti (donne soprattutto) pensano che il post sia centrato sull’amore, invece ad annoiarmi di più sono gli amici.

    Amici scontati…. soliti giri, solite abitudini….
    T’hanno già dato il consiglio di cambiare frequentazioni e anch’io lo trovo valido, ma purtroppo le nuove amicizie che si dimostrano interessanti e durature sono una percentuale veramente scarsissima. Statisticamente c’è una possibilità scarsissima, ma c’è.
    Il resto sono comunque esperienze, serate comunque diverse da quelle che avresti passato coi soliti pallosi amici.
    Del resto è un po’ come quando si esce con una ragazza nuova….

    Liked by 1 persona

    • Ma guarda, gli amici sono rimasti talmente pochi e selezionati che vanno bene come sono. Diverso è il discorso per i semplici conoscenti, che vanno e vengono ….soprattutto vanno, quando mi annoiano.
      Mi frega la professione, che mi porta in contatto con un numero considerevole di persone, per lo più scontate (ai miei occhi).
      Con le donne è un altro discorso ….dopo molte esperienze riesco ad intuire quasi subito dove vogliano portarmi. I guai li combino quando non ascolto l’intuito.

      Liked by 1 persona

  8. Io dalla vita invece voglio aspettarmi sempre qualcosa di bello e di nuovo , di rassicurante ,di frizzante di unico ! Posso avere anche la morte nel cuore , il vissuto,le esperienze negative ,persone che mi hanno fatto soffrire, ma non mi manca la speranza. Guai se smettessi di sperare , varrebbe a dire negare me stessa. Negare a me stessa la possibilità di trovare la felicità…anche solo seguendo il volo di una farfalla. La vita è fatta di cose semplici , siamo noi a non vederle, siamo noi a complicarcela sta vita fatta di affanni. Fermiamoci solo un attimo ascoltando noi stessi e ciò che ci circonda . La semplicità in una parola…speranza.

    Mi piace

Sei convinto di ciò che stai per scrivere?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...