C’ERA UNA VOLTA

image

Non è una favola, ma il titolo del post mi pareva adatto alla foto. E che non mi si dica che inserisco solo foto di culi.

La solita Vagi mi ha dato l’idea per un post, per qualche verso speculare al suo, in cui si parla di belle donne. Ovvero, perché e come relazionarsi con le donne belle, quelle belle veramente. Non venitemi ora a dire che è importante essere belle dentro, soprattutto perché dentro dove? Se ti chiedo una foto mi mandi una radiografia? Non siamo ipocriti, siamo tutti attratti da un aspetto quanto meno piacevole, se poi è veramente figa (in ogni senso) la nostra testa diventa come quella di un gufo e gira a 180 gradi per continuare a guardarla anche dopo che sia passata oltre.

Assodato che a tutti (i maschi) piacciano le donne belle, cerchiamo di capire perché noi dovremmo piacere a loro. Chiaramente il primo caso è che tu sia altrettanto bello, e quindi costituite la classica coppia Barbie e Ken. A parte il fatto che ho sempre pensato che Ken fosse un omosessuale, non se ne vedono a migliaia di queste coppie. Altro motivo è che tu sia veramente molto interessante, e quindi sei in una posizione di potere o possiedi una American Express Centurion (quella nera, per capirci); questa è buona parte dei casi in cui lei è bellissima e lui assomiglia ad un bidet rotto in discarica. Però può anche essere che lei sia bella bella e lui un bruttino fascinoso; perché noi uomini abbiamo un vantaggio, non neghiamolo, anche se abbiamo il naso storto come un pugile suonato possiamo essere interessanti ed affascinanti, mentre pochi considerano attraente una donna con un occhio che guarda ad est e l’altro a ovest.

Quindi se non sei Ken o non hai la carta nera, per relazionarsi con una bella donna serve una gran dose di sicurezza ed altrettanta di fatalismo. La prima sicuramente è indispensabile, contribuisce notevolmente al fascino di un uomo; serve però il senso della misura, per fare in modo che non scada nella presunzione e nella supponenza. Il fatalismo è utile tanto quanto non essere gelosi, perché è inevitabile che se è bella sia corteggiata da molti, indifferenti al fatto che abbia o meno una relazione; se deve lasciarti prima o poi lo farà, quindi non ti resta che essere sempre te stesso, dedicarle sempre le giusti attenzioni ma senza soffocarla perché otterresti l’effetto contrario. Se poi è nella tua natura (o se sei veramente molto abile) puoi anche apparire un po’ indifferente; attento però a non eccedere anche in questo, la misura sta nel generare qualche piccola incertezza ma nel non farla sentire troppo insicura, altrimenti cercherebbe altrove le sicurezze che tu le hai distrutto.

Da giovane ero abbastanza imbranato, e non mi sentivo all’altezza delle bellissime (salvo poi “scoprire” che allora non ero niente male); poi poco alla volta sono cresciuto ed ho imparato a relazionarmi alla pari (anche se non sono Clooney, Affleck o Pitt). Ora onestamente, la sola bellezza non mi basta, devo avere qualche brivido in più per sentirmi attratto da una bella donna …ma direi da una donna in genere. Certo è che non mi trovo in difficoltà nell’approccio con donne sopra la media, ma sto divagando. Manca il tema della qualità del sesso; nel post di Vagi molte osservano che il sesso con uomini molto belli sia insoddisfacente, perché troppo concentrati su se stessi. E con le donne molto belle com’é? Non posso generalizzare e mentirei se dicessi di averne conosciute a bizzeffe, alcune delle donne che ho conosciuto erano molto belle, altre meno, altre ancora poco; ciascuna è stata differente dalle altre, ma su tutto sono convinto che sia l’uomo a far l’amore a (e non con)  una donna  ….se riesci a trarre il tuo maggior piacere da quello che riesci a far provare a lei, ogni volta sarà un’esperienza esaltante e unica.

Se ne potrebbe scrivere per ore, ma io amo i post brevi e già troppo mi sono dilungato, per cui chiudo con una frase che era solito ripetere uno di quei “playboy” degli anni ’70 che ebbi occasione di conoscere quando già aveva superato la sessantina: “sono capaci tutti di amare una donna bella, il vero artista invece è colui che riesce ad essere un amante impareggiabile con una bruttina e che la faccia sentire una regina”

Annunci

48 risposte a “C’ERA UNA VOLTA

  1. sono d’accordo con l’ultima frase. Perchè l’artista è quello che trova la bellezza nelle sfumature e nei dettagli.
    A parte questo… tutti gli uomini con un minimo di intelligenza dicono che le apparenze non sono tutto, ma scelgono sempre quella più figa, se possono. Accontentandosi dell’oca, purchè sia figa. Lamentandosene anche.
    Le belle donne, oltre che essere corteggiate, spesso sono capricciose, in quanto abituate ad avere gli uomini ai loro piedi.
    Conosco solo due uomini che hanno mollato donne molto belle. Giusto l’altro giorno uno di loro (la cui ex moglie assomiglia alla Barry, per capirci) mi diceva che molto spesso gli chiedono come abbia fatto a chiudere con una donna tanto bella, e lui risponde “prova a portartela a casa te e poi ne riparliamo”.
    D’altra parte gli uomini in genere non mollano… trascinano. E questo andrebbe considerato
    Scusa la lunghezza

    Mi piace

  2. ho letto un po dei tuoi post questa notte per comprendere meglio i tuoi pensieri…La bellezza è solo un biglietto da visita…che andrà via con il trascorrere degli anni….io amo la bellezza di ciò che è autentico..chè va oltre un bel viso e corpo ..ma tanti non la vedono si fermano spesso solo sull’apparenza….ho amato un uomo bellissimo ..ma ..oltre la sua fisicità possedeva bellezza del cuore…degli intenti… della mente…ho amato un uomo brutto e tutti scuotevano la testa nel vederci ..ma era un amore fatto di semplicità… nel guardarlo notavo un’alba…. un tramonto da restare senza fiato… sapendo che niente somigliava a quello che vedevo io nei suoi occhi…e ogni volta diventava unico…bellezza che somigliava al proprio cuore…e al mio cuore… e noi siamo spesso lo specchio della persona che abbiamo davanti e l’interesse non è proporzionato sempre alla bellezza dei soli tratti estetici..ma alla profondità ..della persona….degli argomenti trattati…. alla capacità di esporli…. alla ricchezza dei contenuti..e sappiamo da sempre che la bellezza …rimane sempre … soggettiva…qualcuno scorge quel che gli altri non vedono..in una persona particolare per lui ..lei…bella ..brutta che sia …. io posso essere bellissima per tanti ..io posso essere bruttissima per tanti …stralunata senza capire…. cosa sia quel bello…… cosa si prenda e cosa si voglia possedere….. Il punto di demarcazione…… “Capire”…cosa vogliamo davvero …se solo sesso… o qualcosa di carino.. che duri un giorno ..un mese..un anno ..ma da ricordare e non solo il suo viso il suo corpo le sue urla i suoi orgasmi…

    Liked by 1 persona

  3. Io ad esempio, ho sempre avuto uomini bruttini, o comunque sotto la soglia di bellezza. Mi faccio distrarre dal carattere… evidentemente non ho mai conosciuto un uomo bellissimo con altrettanto bellissimo carattere 😀
    (per dire che a volte, non si tratta di Master Card o di potere)

    Mi piace

  4. beh, ecco perchè vedo in giro con una foto delle mie radiografie… all’occorrenza!
    è vero, la bellezza è oggettiva e non si prescinde… ma poi la cosa diventa soggettiva, e quindi si va oltre…
    e tu sei un signore!

    Mi piace

Sei convinto di ciò che stai per scrivere?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...