MINIMA IMMORALIA

In questi giorni leggevo alcuni commenti all’ultimo post di Vagy (più volte citata, qui, dovrà pagarmi i referrals) relativo alle “dating apps”, e mi hanno colpito uno scritto di tale Franziska (non ha lasciato alcun link, inutile che passiate il mouse sul nome) ed alcune risposte di altri lettori e lettrici.

Il tema è sempre quello che ho ripreso anche io varie volte qui, e soprattutto in precedenza: il sesso con amore o senza amore? E’ risaputo che il tema sesso è uno dei più gettonati online, sia nelle chiavi (sic!) di ricerca che in dibattiti e soprattutto per la sua stessa ricerca. L’argomento è complesso e difficile; è facile scivolare nello scontato, nei luoghi comuni ed ancor più in prese di posizione contrapposte. Ma soprattutto mi colpiscono l’ipocrisia, i numerosi tabù ed i moralismi che spesso pervadono queste discussioni.

Certo, qualcuno potrà osservare che la mia posizione sia ovvia, a causa del nick, e quindi ribadisco per l’ennesima volta che il mio non si riferisce a miei “presunti” tradimenti (tanto più che ora non sono più sposato, e non a causa di promiscuità sessuale di uno dei due coniugi). Veniamo quindi a Franziska, che separata da circa un anno asserisce di praticare del sesso gioioso ed appagante con uomini conosciuti in rete, e che a volte “vede” più di un uomo nello stesso periodo; comportamento che anche io praticavo una decina d’anni or sono (e non solo con donne conosciute in rete). A parte il fatto che nella nostra società italiota con forti connotazioni vetero-patriarcali un uomo dedito al libertinaggio è considerato figo ed invidiato (l’omo è cacciatore, si sa) mentre la donna è una “poco di buono” (sinonimo edulcorato cui sottintende puttana), mi lasciano perplesso le osservazioni di chi dice che pratica sesso solo se innamorato/a.

Il fatto è che quando provi attrazione non puoi sapere se poi amerai quella persona, e quindi cosa fai? Sperimenti il sesso come metodo di conoscenza più profonda e come conseguenza dell’innamoramento, oppure rimani “vergine” sino al matrimonio/convinvenza? Come ho già ampiamente dibattuto l’amore arriva solo in seguito, e quindi dire che pratichi sesso solo se ami  è a mio avviso un ossimoro. Siamo tutti (credo) d’accordo nel dire che non stiamo parlando di ginnastica sessuale, in fondo non siamo animali (anche se in certe situazioni l’istinto è molto simile), per cui sono convinto che anche con uno/a semi sconosciuto/a il sesso debba essere condivisione di emozioni e voglia di sperimentare giocosamente in due, anche se è chiaro dall’inizio che non vi sarà un seguito affettivo. Detto questo è altrettanto palese (almeno per me) che non sia sufficiente l’attrazione fisica, ma che servano anche un minimo di empatia e di attrazione “mentale”.

Certo, siamo tutti differenti, ma sono fermamente convinto che chi neghi (a se stesso) questa possibilità, accampando le più disparate motivazioni, lo faccia in fondo per una forma di remora morale data prevalentemente da tabù personali o sociali. Mi spiego meglio: se io pratico sesso disinvolto vengo tacciato di immoralità e quindi non lo faccio e mi reprimo, anche per una sorta di condizionamento datomi dall’educazione, e quindi ho bisogno dell’alibi dell’innamoramento per potermi sentire moralmente ineccepibile. O ancora per timore del giudizio di chi mi conosce ….ovvero della società. Se così non fosse non si spiegherebbe il successo dei molteplici siti di incontri (ve ne sono alcuni che addirittura dichiarano apertamente di proporre incontri extra coniugali, o comunque di sesso occasionale), e quindi con la certezza dell’impunità molti hanno un comportamento privato che contraddice le proprie posizioni pubbliche. Peggio ancora (ribadisco, nella mia concezione) chi confonde l’amore con del sesso fatto bene; possiamo avere un’ottima intesa sessuale ma essere opposti nella quotidianità e prima o poi ci stancheremo anche di scopare, e se non abbiamo altro in comune finiremo per prenderci a colpi di fucile a causa del tubetto di dentifricio strizzato male.

Non chiedo di alzare la mano (mi sovviene una vecchia pubblicità di preservativi, con relativa parodia di Ezio Greggio), e di dichiarare che almeno una volta nella vita abbiate fatto sesso alla prima uscita, o che abbiate desiderato di farlo ma le vostre remore vi hanno trattenuto, però siate sinceri con voi stessi.  Francamente e sinceramente vi dico che nel mio periodo “disinvolto” ho vissuto molte situazioni intriganti e vitali, e conosciuto donne molto interessanti (così come altre molto meno) e che dal sesso sono passato anche a relazioni più profonde. Quindi viva Franziska e le (molte) donne come lei, che ammettono apertamente di apprezzare le gioie del “sesso senza amore”; che non vuol dire lanciarla a chiunque come i coriandoli a Carnevale, ma neppure di soffocare i propri istinti in nome dei condizionamenti familiari e sociali.

Annunci

28 risposte a “MINIMA IMMORALIA

    • L’importante è provarci ….ahahahahah
      Ai tempi di Splinder avevo affrontato più volte l’argomento, e ci sono tornato sopra (uuuh quanti doppi sensi).
      P.S. non sentirti chiamato in causa, è solo incidentale che tu dichiari di fare sesso solo se ami 😀

      Liked by 1 persona

      • Non ho mai detto di non aver mai avuto il desiderio di farlo, trombare mi piace tanto. Ma ho bisogno di più, non mi basta e non m’interessa un rapporto con una sconosciuta e vorrei la stessa cosa da parte sua. Sono come le amicizie su facebook, c’è chi ha solo un centinaio o due di veri amici con cui interagisce veramente o chi ne colleziona migliaia per puro piacere di non si sa che cosa…. gente contattata un’unica volta solo nel momento del primo contatta. Forse non sarà l’esempio giusto ma io sono per il poco ma buono.

        Liked by 2 people

        • Ma non parlo di fare sesso in una dark room (ma quante ne so ?!?) …ovvio che prima la conosci; io intendo che non sempre è necessario o indispensabile conoscerla a fondo. Si può provare attrazione ed empatia dopo un breve scambio epistolare o telefonico, che si sviluppa in un incontro anche breve. A quel punto perché non fare sesso se entrambi lo desideriamo, magari anche al primo incontro? Quando cessa di essere una sconosciuta? Quando mi ha fatto esaminare il suo curriculum vitae o quando abbiamo condiviso emozioni e umori in una sera di desiderio? Io ho sposato una donna che credevo di conoscere, ed invece non era così …certo magari sono stato pirla io.

          Mi piace

          • Certo, con la mia attuale fidanzata è successo così, lo sai. Non ci conoscevamo di persona ma era come se lo fosse, eravamo già innamorati prima d’incontrarci, sono le cose strane dell’amore. Ma anche così ho avuto difficoltà, non è stato facile. Diciamo che mi sono lanciato, ed è andata bene.

            Mi piace

  1. Non so che dirti… ma io senza testa e senza una cosa che non so se sia amore, ma so che è una parte di me vicina all’anima, non provo piacere, non provo godimento, non provo niente di niente.

    Ho anche provato a mettermi alla prova, con qualcuno (non tanti ammetto) che mi piaceva, chimica, e tutte quelle cosette lì, interesse, ma poi al dunque… non ho provato piacere, ne godimento nè ecc ecc ecc

    Oh mica poteva sempre esser colpa loro, e ho pensato son io così. E ho smesso di dover dimostrare agli altri e a me, quanto libera e sincera ero nel far provar a far sesso senza “amore”/”anima”.

    Dopo anni ho scoperto che non son sola, che non è neppure una cosa solo femminile, e ha un nome “demisessuale”. Io ci ho aggiunto il sapio.
    Infatti io oggi mi “definisco” così: “Io son sapio demisessuale” (un casino)

    Sono così punto. Mi fa piacere per gli altri che riescono e avrei voluto esserlo anche io, te lo giuro., Tutta quella “roba” che mi si offriva (e mi si offre) pure non male, ma che a me non procura nessun brivido.

    Senza giudizio per altri che invece riescono a godere di quei momenti (maschi o femmine indifferentemente), a parte quelli che mentono per ottenere quei momenti, dico sul serio. Ma al contenpo chiedo rispetto per come sono io. Ho una forma di piacere diversa, tutto qui.

    Nota bene: che quando una parte di me vicina all’anima è coinvolta non ho nessun problema anzi…

    Liked by 1 persona

    • In fondo non stiamo dicendo cose differenti ….io parlo di condividere emozioni, tu di qualcosa vicino all’anima. Per emozioni intendo infatti qualcosa in più del semplice godere del piacere sessuale, però io affermo che si possa provare anche dopo una conoscenza breve, e magari sapendo che non è detto che ci possa essere in seguito un affetto più profondo.
      Quello che credo, e che ho affermato più volte, è che molti confondono amore con altri sentimenti o persino con il sesso.
      Per il resto chiunque è libero di vivere secondo il proprio sentire; anzi, DEVE vivere secondo proprie convinzioni, ma non convenzioni.
      Free Love
      Free Tibet
      Free Pheegah
      😀

      Liked by 1 persona

  2. il post solletica e pure molto il mio ego.
    qualche precisazione: sono femmina, decisamente, non mi scopo qualunque cosa si muova e, soprattutto, non abito in Italia. Sarà per questo che gli uomini non pensano che io sia una puttana se ci vado a letto al primo appuntamento?!
    perché il caro fedi, ha centrato in pieno. in una società come quella italiana, tu maschio se fai quello che faccio io, ovvero vivere liberamente il sesso sei figo. questo per stare al limite della banalità.
    ma ragazzi, ve lo devo scrivere. io lo faccio e non mi interessa quello che pensate. santa/puttana/scopatrice seriale, con la libertà di dire no o si, seguendo solo la mia pancia, con la leggerezza del pensare che potrebbe essere una sola, con la voglia di godersela con ogni centimetro di pelle.

    Mi piace

  3. @ Pinza
    qui ci vorrebbe un altro post, che sia unione di questo e di “that’s amore”. Il fatto è che io sono molto pignolo sull’uso dei termini e del loro significato, perché ritengo che distinguano differenti stati del sentire.

    Tu dici ci siamo innamorati prima di vederci, io ritengo si tratti di uso improprio del termine, in quanto sono fermamente convinto che ci possa essere una forte empatia che ti spinga a sentirti attratto ed affascinato da una persona che non conosci; certo magari ci si vede in foto, ed inizia anche un’attrazione fisica, e le cose dette e scritte che ti fanno sentire una sorta di comunanza di visione e di intenti, ti portano a pensare di essere in contatto con l’anima gemella. Pur tuttavia io rimango sulle mie convinzioni, ovvero che l’innamoramento è anche questione di chimica; ho dialogato con donne che sembravano essere perfette, e il cui aspetto in foto mi attraeva molto, ma poi di persona non è scattato nulla. Così come ho conosciuto donne opposte a me, ma con cui l’attrazione fisica e di pelle era fortissima, e con cui il sesso è stato appagante e coinvolgente ….ma che non è andato oltre.
    Quindi senza attrazione fisica niente innamoramento, e di conseguenza niente amore; ergo è impossibile prima amare e poi fare sesso, in base al mio assunto che l’amore arrivi con il tempo.

    E mi sarei precluso conoscenze importanti nella mia vita, se molte volte non fossi partito dal sesso; conobbi tramite il mio blog di splinderiana memoria una donna del sud, lo scambio epistolare e telefonico erano frequenti e molto vari, ma sopra tutto vi era una tensione erotica continua che ci spingeva l’uno verso l’altra. Alla fine mi disse che le sarebbe piaciuto (tra le tante cose dette e scritte) farsi spogliare e farsi sodomizzare da me (il termine esatto fu – prenderlo in culo – per la cronaca); la invitai a raggiungermi a Milano nei primi giorni del nuovo anno …..e per oltre un anno ci fu una passione travolgente che divenne anche uno dei miei più grandi amori. Molto probabilmente se non fossimo partiti da un sesso fantastico non ci saremmo più visti, ed avrei perso qualcosa di molto importante.

    Liked by 1 persona

    • Se ti fa sentire meglio diciamo che l’amore è scattato appena ci siamo visti. Probabilmente quella è stata l’ultima prova, anche perché per scoparsi il cervello non c’è bisogno della presenza fisica, l’amore non sempre è fisico.

      Forse tu fai confusione fra amore e desiderio sessuale, secondo te non può esistere amore senza sesso? Una frigida o un eunuco non posso amare? Non è possibile amare una persona se hai il pisello moscio?

      E’ molto triste quello che dici, secondo te senza il sesso non esiste niente, siamo delle specie di cani al parco che si annusano il culo. Da anziani non sarà più possibile amare la propria compagna poiché non saremo più in grado di trombare? O il ricordo dell’atto sessuale passato sarà ancora valido per continuare ad amare?

      Le tue sono strane regole che per altro non condivido. Però non metto in dubbio che anche questo sia soggettivo, per fortuna non siamo tutti uguali, altrimenti sarei fregato… 🙂

      Liked by 1 persona

      • Tu stravolgi, replicando, la mia idea; vai a rileggere il post “that’s amore”. Io dico che non esiste amore senza attrazione, ed il sesso ne è una componente essenziale almeno all’inizio. Poi subentrano altri fattori di crescita del rapporto, che possono far passare il sesso in secondo piano.
        Ed è pura speculazione citare casi limite come chi non può avere rapporti fisici per problemi altrettanto fisici 😉

        Io dico che, dal mio punto di vista, non può arrivare prima l’amore rispetto ad altri sentimenti. Chi dice “ti amo” dopo due giorni mi ha sempre fatto scappare a gambe levate, perché non ama me ma l’idea stessa di amore, che nell’occasione cerca di appiccicarmi addosso

        Mi piace

        • Con “non esiste amore senza attrazione” vuoi dire che non si può amare qualcuno con delle disabilità fisiche? Uno poco attraente non può essere amato? Come anche tu sottolinei stai esponendo come tu vedi l’amore ma la tua non può essere una regola, l’amore è soggettivo. Non dico che una persona che fa sesso senza amore non potrà mai essere amata da nessuno ma semplicemente che non potrà essere amata da me. Questa è la mia regola di base ma non escludo altri scenari, in amore tutto è possibile.

          Liked by 2 people

  4. Ma che bel l’argomento! Mi era sfuggito ahimè, ma rimedio subito con un commento – fiume.
     Tu dici che non siamo animali ed  il  Pinza dice che non siamo qui per annusare il culo. È vero anche se pure tra gli animali c’è qualcuno che se la spassa alla grande. Sto parlando delle scimmie Bonobo.
    La specie è ben caratterizzata come egualitaria, centrata sulla femmina, e usa a sostituire il sesso all’aggressione. E già questa cosa mi piace assai. Prova ad immaginare te alla guida fermo in un ingorgo. All’improvviso ti distrai e pam! Tamponi la macchina davanti. In condizioni normali ti troveresti davanti la guidatrice incazzata che agita minacciosamente il crick. Se invece noi vivissimo come i bonobo la vedresti scendere sorridente, si scuserebbe dicendo che la colpa è sua e al posto della constatazione amichevole ti farebbe un servizietto .  I Bonobo quindi gia partono col piede giusto sostituendo l’aggressività  col sesso. In piu non vanno in calore solo due volte all’anno ma sono sempre pronti. Aggiungi che non c’e nessuno che faccia loro il lavaggio mentale … non è una situazione ottimale? Dimenticavo, le femmine si accoppiano con chi vogliono e quando vogliono. Ma noi  non siamo i Bonobo  … Tornando a bomba diciamo subito che farsi una scopata con uno appena conosciuto non è così riprovevole. E vero, l’amore non c’entra nulla ma nessuno può negare che a volte capita di incontrare una persona che ci colpisce in modo particolare, né siamo attratti tanto da desiderare di farselo  anche lì su due piedi. Magari l’altro non ti nota neppure e tutto finisce lì ma tu sai che se lui avesse provato la stessa attrazione per te gliel’avresti data anche dentro la toilette di un ristorante.  Quindi perché non si dovrebbe andare a letto con uno appena conosciuto se siamo fortemente attratti? E non possiamo sapere se la cosa avrà un seguito oppure no. E solo per questo dovremmo lasciar perdere? È  chiaro che non si tratta di darla a tutti quelli che te lo chiedono ma se si è attratti perché rifiutare? Poi sarà quel che sarà.  Potrà diventare  amore ma anche una divertente relazione di letto e niente di più.  Anche  una semplice relazione  richiede passione e impegno e, perche no,  testa.
    Su una cosa però la penso diversamente … il sesso senza amore  è solo quello con le prostitute. La voglia di giocare e sperimentare con un partner anche solo occasionale implica già una forma larvata di amore verso il compagno/a che desideri sia soddisfatto quanto te.

    Mi piace

    • Io le chiamo “emozioni” (e non cito Battisti), sono convinto che anche una scopata nei bagni del ristorante possa aver luogo se c’è un forte scambio di emozioni. Ma resto convinto anche che l’amore arrivi con il tempo ….a parte quello che si fa con se stessi 😛

      Mi piace

      • Hai presente la canzone di Ivano Fossati “la costruzione di un amore”? È proprio come dice lui, l’amore vero si costruisce giorno per giorno, come un gigantesco puzzle nel quale i tasselli sono tutte le manie, Fobie, desideri, sogni, delusioni, tutto quello che siamo e quello che non vorremmo essere finiscono per incastrarsi perfettamente a vicenda. Il resto è la parte spumeggiante, quella che dà piacevolmente alla testa. Quella che è istinto puro e complemento. L’istinto e la ragione.

        Mi piace

Sei convinto di ciò che stai per scrivere?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...