MUSIC WAS MY FIRST LOVE

Tra le tante “catene” che girano su WP, sono stato invitato a perpetuarne una che chiede quali siano le 5 (o più) canzoni che mi evocano sensazioni positive.

Ovviamente ho declinato l’invito, come faccio sempre in questi casi. Però ammetto di avere pensato a come la musica mi abbia sempre accompagnato, e come diverse canzoni siano legate a momenti belli tanto quanto ad altri più tristi. Cinque canzoni non bastano, dovrei restringere troppo il campo, e forse potrei citarne un centinaio, equamente divise tra canzoni legate alla gioia ed altre legate alla tristezza.

Ricordo di avere iniziato ad interessarmi di musica attorno ai 14 anni, intendo interessarmi seriamente. Dapprima con un registratore Hi-Fi a doppia piastra e casse a tre vie, acquistando le famigerate “audiocassette” o facendole registrare da qualche amico, passando poi al vinile con conseguente acquisto di giradischi e testine di alta gamma, e di vari impianti con audio sempre più fedele e ricercato. Di vinili negli anni ero riuscito ad accumularne quasi un migliaio, che poi ho in gran parte regalato per un malriposto senso di gratitudine verso chi ritenevo mi avesse fatto un favore; ora dovrei averne ancora circa duecento. Poi arrivarono i CD, che ancora acquisto di tanto in tanto, e la musica “nella nuvola”. Ascolto musica in casa, ora raramente a dire il vero, magari fumando un sigaro ed osservando i volti che posso scorgere nelle volute del fumo, e moltissimo in auto.

Ma cosa ascolto? Di tutto, sinceramente, e non solo degli artisti più conosciuti o “commerciali”, ma anche di qualche autore o esecutore “di nicchia”. All’inizio furono ELP, Genesis, Yes, Jethro Tull, Deep Purple, Lou Reed e David Bowie, con primi accenni di musica “nera” (grazie Motown), per poi allargarsi pian piano a tutto quanto arrivava dall’estero e dall’Italia, devo ancora avere quasi tutta la discografia della PFM e delle Orme, oltre a qualcosa degli Area. Ho spaziato dalla classica al pop, dal country rock alla disco, dal jazz al blues, dal rock ai “cantautori” …..ed altro ancora.

Quindi posso spaziare molto tra brani che mi possano evocare ricordi, ripeto me ne vengono in mente almeno un centinaio ……ed ho cantato (in pubblico, in auto molte di più) Chiama piano di Bertoli e I was born to love you dei Queen, così come Mi manchi di Leali e Moondance di Bublé, Sei nell’anima della Nannini e Just can’t get enough e Enjoy the silence dei Depeche Mode. Ma anche l’Ave Maria di Schubert.

Music was my first love
And it will be my last.
Music of the future
And music of the past.
Annunci

22 risposte a “MUSIC WAS MY FIRST LOVE

  1. detesto le catene…
    cmq non amiamo la stessa musica…io sono per quella più commerciale..salvo qualche brano che mi riporta indietro di parecchi anni..ma evito di ascoltarla perchè mi prendono dei “coccoloni” da paura!!

    Mi piace

Sei convinto di ciò che stai per scrivere?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...