ERE GEOLOGICHE

Un post divertente (come tutti i suoi, a dire il vero) di Vagy, mi ha ispirato per un amarcord. Per chi non mi conosca direttamente, preciso che veleggio verso il mezzo degli anni compresi tra i 50 ed i 60; in dignitoso stato di conservazione fisica e mentale (occhei, dimentico fatti, impegni e persone ….ma questo mi accadeva anche a 20 anni) ma sono pur sempre un numero discreto di anni, grazie ai quali ho vissuto parecchie esperienze. E quindi, copiando brutalmente l’idea, propongo qui alcuni confronti.

– IL LAVORO

  • a 20 anni prendi il primo che ti capita, se poi è da impiegato in banca ti sembra di avere fatto bingo
  • a 30 lasci la banca, spaventato dal pallore cadaverico e dall’assenza di reazioni mentali (e a volte anche fisiche) dei colleghi vicini alla pensione. Pensi che a 50 anni sarai affermato ed in posizione tale da godere del frutto del lavoro dei tuoi futuri collaboratori.
  • a 40 ti rendi conto che forse devi spostare il tuo obiettivo di qualche anno. E lavori il triplo dei tuoi collaboratori.
  • a 50, se hai ancora una qualsiasi occupazione, ti rendi conto che dovrai lavorare sino ad 80 se non vuoi passare gli ultimi anni di vita in un cartone sotto un ponte. Che poi a Milano di ponti ce ne sono pochi.

– GLI AMICI

  • a 20 anni tutte le persone che frequenti sono tuoi amici. E cerchi ad ogni costo la loro approvazione, condividendo con loro ogni istante della giornata; tua madre si incazza perché non puoi fare dormire venti persone nella tua stanza, se non sei cinese.
  • a 30 alcuni li hai persi per strada, ed altri vorresti averli persi ma ti stanno ancora attaccati come un gatto con le unghie ai maroni.
  • a 40 sono rimasti pochi, perché cominci a distinguere tra amici e conoscenti occasionali. A meno che tu non sia un succube di FB e chiami amici persone che non sai neppure chi siano e che ti danno dell’idiota con altri due milioni di persone.
  • a 50 ti rendi conto che il fatto di aver avuto relazioni in mezza Italia ti ha fatto conoscere tutti gli amici delle tue donne, ma anche fatto perdere quasi tutti i tuoi. Che poi non sono tanto convinto che una bella scopata sia meglio di un amico con cui sbronzarsi.

– LE DONNE

  • a 20 anni o sei il figaccione simpaticone compagnone che se le tromba tutte, o sei quello che invidia i figaccioni; in pratica lo sfigato che invece di puntare alla ragazzine più giovani (prede più facili) ci prova sempre con le coetanee o quelle più grandi collezionando due di picche a go go. In qualche cassetto devo ancora avere due mazzi di carte composti da soli due di picche.
  • a 30 ti rendi conto che eri/sei abbastanza figo (magrezza a parte), e dopo aver fatto un po’ di palestra che ti irrobustisce il giusto, cominci a fare strage. Peccato che nel frattempo ti sia sposato, e così devi accontentarti di flirtare un po’.
  • a 40 le donne raggiungono il massimo del loro splendore (e lo capisci solo adesso, ma meglio tardi che mai). Anche tu sei bello tonico, il primo divorzio alle spalle, e se non hai figli ed ex moglie da mantenere ti godi la vita alla grande.
  • a 50, se non ti fai rincoglionire da qualche 25enne, qualche 40enne appetibile te la puoi ancora concedere. Attento però ai secondi matrimoni, che possono essere molto rischiosi, anche con coetanee (le 25enni sposano solo il tuo conto corrente)

– IL SESSO (non poteva mancare)

  • a 20 anni ….beh diciamo 22, pensi che il sesso sia come un film porno e salti addosso ripetutamente e senza preamboli alla disgraziata che ha deciso di dartela. Hai un tempo di recupero rapidissimo, e per fortuna, perché solo al terzo orgasmo (tuo, nei primi 3 minuti) ti accorgi che quella che hai scambiato per verginità ostinata altro non è che il collant che non le hai dato il tempo di togliere.
  • a 30 con tua moglie è ancora divertente, ma più rarefatto. E ti accorgi di quanta gnocca allo stato brado ci sia in giro.
  • a 40 hai imparato a massaggiare, a usare bene la lingua (e non solo per toglierti il prezzemolo dai denti), a godere (e far godere) dei “preliminari” e conosci anche l’esistenza del punto G; da qui a trovarlo, però, ce ne passa. Hai anche imparato ad essere duraturo, magari non tantrico come Sting, ma se arrivi attorno ai 45 minuti non serve cercare le donne …funziona il passaparola. Ovviamente nel frattempo hai divorziato, ed hai avuto molte altre mogli oltre la prima …ma nessuna sposata con te.
  • a 50 sei ancora abbastanza energico da non dover diventare del colore dei puffi, però vorresti continuare a trombare con le 40enni, che invece fanno le Milf e rimorchiano i 30enni (o al massimo 35enni). Se ti va di culo trovi qualche coetanea ben conservata, che non sembri una borsa di Alviero Martini né la sora Lella.

– LE VACANZE

  • a 20 anni se non lavori passi tre mesi al mare a casa delle zie e dei cugini. Ibiza non sai ancora cosa sia, e la massima trasgressione è andare in campeggio a Rimini. Se invece lavori sei l’ultimo arrivato ed anziché ad agosto ti fanno fare due settimane a luglio e due a settembre; non fargli mai capire che è proprio quanto volevi tu.
  • a 30 inizi a farle in agosto, con la moglie; e magari ci scappano anche un paio di settimane ai caraibi in febbraio. Pensi che sia troppo tardi per Ibiza, però giri il resto del mondo.
  • a 40 augurati di non avere figli, altrimenti ti toccano Rimini o Riccione. E se ci vai in campeggio più che una vacanza diventa una tortura. Se invece non ne hai, e sei single, ti trovi una fidanzata siciliana o sarda e ti fai il mese di agosto al mare “a babbo” …vabbé, le porti fuori a cena, ti guadagni il rispetto del “suocero” reggendo il vino e il filuferru più di lui, però ti trattano da dio: sei una delle ultime occasioni (e neppure la peggiore) per la figlia nubile.
  • a 50 ti porti la seconda moglie ed i suoi figli in giro per il mondo. E magari devi pagare anche alberghi a 5 stelle. Forse ti conveniva la 25enne innamorata del tuo conto corrente, almeno lo sai subito a cosa vai incontro. Poi magari divorzi anche dalla sanguisuga griffata, e vai in barca a vela con gli amici (tuoi coetanei, non scordarlo, e quindi non pensare di essere su Luna Rossa)

– IL FISICO (sottotitolo, bilancia bastarda)

  • a 20 anni sei alto (non un Watusso, ma con i tuoi 178 cm nella media) e magro. Mangi tre volte al giorno come un branco di lupi a digiuno da un mese. Il colesterolo credi sia materiale per imballaggio e la bilancia segna sempre 60.
  • a 30 sei andato in palestra 10 ore la settimana per fare massa, hai le gambe robuste per gli anni di ciclismo ed atletica leggera, pratichi Judo e Tai Chi, fai ancora qualche corsetta e qualche partita di volley. Ma dove cazzo lo trovi il tempo? Però sei diventato figo, giacca taglia 52 e pantalone 48/50. E la bilancia segna 70
  • a 40 anni inizi a lottare con il girovita. Però per perdere quei 5/6 chili in meno di due mesi basta che smetti di farti 7 negroni (il cocktail, pirla che stai già ridendo pensando alla battuta) tutte le sere. La bilancia oscilla tra i 78 e gli 84
  • a 50 vai a correre quasi tutte le mattine, ma l’unico a restare magrissimo è quel bastardo di Linus. Ti bastano due sere di gozzoviglie per dover allargare di un buco la cintura. Però ti conservi ancora dignitosamente, e soprattutto hai acquisito gusto e classe nell’abbigliamento e nel portamento, abbastanza da farla in barba a tanti giovincelli. Certo ti puoi scordare la 25enne se non hai un conto che più che corrente deve essere proprio galoppante, ma a me il genere giovane, zoccola e scema non interessa; magari la seconda qualità può interessare, però. La bilancia non scende sotto gli 82 neanche a martellate; ti viene l’idea di una rimpatriata con i compagni delle superiori, dopo averne visti un paio e constatato che sono invecchiati molto peggio di te.

– LA POLITICA

  • a 20 anni sei un giovane idealista rivoluzionario. Pensi che i vecchi (cioè i 30enni o peggio ancora i 40enni con un piede nella fossa) non capiscano nulla, e che solo tu abbia una chiara visione del futuro. Partecipi a tutte le assemblee e  manifestazioni, ed ascolti i dischi degli Area.
  • a 30 anni sei un po’ più moderato. Da Autonomia Operaia sei passato al PSI, ma non con Craxi, hai ancora ideali che non siano i soldi facili. E dagli Area sei passato ai Queen, attraverso  la PFM
  • a 40 anni se non sei entrato in politica invidi chi invece lo abbia fatto, con qualsiasi gruppo anche di destra. Perché “loro” fanno man bassa e si arricchiscono mentre tu lavori come un mulo per pagarli. Stai rivalutando Pierangelo Bertoli e la Nannini. Ti sta sui maroni il Berlusca, per i soldi e per il bunga-bunga che tu non ti puoi permettere.
  • a 50 anni vai a votare perché quella domenica pioveva, altrimenti saresti rimasto in spiaggia a Santa. Tanto sei convinto che non cambierà più nulla. In un ultimo afflato di partecipazione entri in qualche comitato che appoggia un sindaco di sinistra, o meglio di quella cosa che non è destra e neppure il partito dei due capelloni grigi. Colonna sonora Montecarlo Nights.

Stay foolish, stay hungry.

(Il secondo per forza, ché la pensione non la vedremo mai)

Annunci

14 risposte a “ERE GEOLOGICHE

  1. Saresti dovuto uscire con un post a puntate, non si può rispondere a tutto. Sul sesso sei stato troppo diplomatico, non esistono paragoni che reggano tra i vent’anni e la cinquantina. Sarà anche l’alzheimer che si avvicina e non ricordi bene ma una volta bastava una buca presa su un autobus per evocare il grande totem in tutta la sua magnificenza. Adesso basta una serata con gli amici per metterlo in letargo e in caso di necessità richiedere l’intervento di un argano.

    Mi piace

  2. Caspita Fedy che bel post
    Il fatto è che dici la verità
    mi sono riconosciuta parecchio nella fasi degli amici…ma mi fermo a 40 perché i 50 li devo ancora compiere 🙂
    Ma davvero hai un altro blog??? Svelacelo su….non lo diciamo a nessuno 😉

    Mi piace

  3. quelli/e che conosco della mia generazione (pre-e-pari renziana) che sono entrati in politica, rigorosamente rispettando l’ordine Regionale costituito, mi pare che lo facciano per avere un sostegno ad un’attività lavorativa incerta. Non li invidio per niente.

    Mi piace

Sei convinto di ciò che stai per scrivere?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...