FESSBUC? NO GRAZIE

Facebook compie dieci anni. In questi anni non ne ho sentito la necessità, figuriamoci la mancanza; in fondo se voglio rimanere in contatto con i miei amici (quelli veri, non il primo che passa davanti al monitor) lo faccio in altri modi. Non rifiuto totalmente i social, tant’è che ne uso uno a carattere professionale; ed infatti lì non ci sono aggiornamenti né futilità, solo quanto serve per trovare e far trovare opportunità di contatti business.

In una delle mie passate società abbiamo dovuto bloccare l’accesso a FB poiché alcune impiegate passavano più tempo lì che sui sistemi operativi aziendali. Dal che se ne evince che non è colpa dello strumento ma dell’uso che se ne fa ….tutte balle!! Non per tutti, ma per molti ho notato essere una sorta di droga, sempre lì ad aggiornare, a “spiare” i profili di ex quanto potenziali partner, a contare il numero di visitatori e di “like”. Io francamente non ne ho né voglia né tempo, e continuerò senza. Però è innegabile che sia uno dei più grandi fenomeni sociali degli ultimi dieci anni; quindi curiosando in rete ho trovato in un sito di aforismi molto completo e professionale, Aforisticamente, duecento tweet divertenti ed emblematici. Tranquilli, non li riporto tutti ma solo una selezione, per la lettura completa seguite il link nel nome del sito, oppure anche quello riportato a lato.

Non capisco perché mettiamo i sogni nel cassetto, gli scheletri nell’armadio e poi pubblichiamo tutti i cazzi nostri su facebook.
(AlanGarner_ita, Twitter)

Facebook dovrebbe mettere un limite alla possibilità di aggiornare il tuo stato sentimentale, dopo 5 volte dovrebbe scrivere “Instabile”.
(MensHumor, Twitter)

Su Facebook ci sono persone che dovrebbero chiedere l’amicizia alla Grammatica.
(Fragmentarius)

Se Facebook fosse chiuso per sempre, vedreste persone andare in giro per le strade mostrando delle foto e chiedendo “Ti piace questa?! Allora?!”
(WolfpackAlan, Twitter)

Dietro ogni uomo di successo c’è un account facebook disattivato.
(WolfpackAlan, Twitter)

Hai facebook, telefono, email, twitter, whatsapp, google+, cartoline, telegrammi e segnali di fumo. Ma se lei non ti cerca è perché non ti vuole.
(Supersarcasmo, Twitter)

Facebook dovrebbe chiedere che si metta una password complicata dopo la mezzanotte per impedire alla gente di fare cose che potrebbe rimpiangere.
(Womenshumor, Twitter)

Perché Facebook mi chiede sempre “Cosa sto pensando” quando la risposta è sempre: “Le tette”
(ItsBroStinson, Twitter)

Photoshop sta alla chirurgia estetica come Facebook sta alla socializzazione.
(LANDEYves, Twitter)

Utilizzerò Facebook il giorno in cui aggiungeranno il bottone ”Esticazzi”.
(dlavolo, Twitter)

Annunci

15 risposte a “FESSBUC? NO GRAZIE

  1. Dipende tutto dall’uso che ne fai.
    Io ad esempio ho due profili: uno serio, con il mio vero nome, associato alla mia pagina professionale e uno assurdo, sotto pseudonimo, dove mi tengo in contatto con chi mi va.
    Beato te che puoi vedere i tuoi amici di persona: io ce li ho ovunque e, se questo può essere un vantaggio, da un lato non consente di mantenere i contatti come si vorrebbe. Per organizzare un incontro, specie se in gruppo, è ogni volta una via crucis… quindi FB è un po’ un surrogato dell’aperitivo (anzi, capita spesso che la mia Fernmami (“mamma elettiva”) posti foto dei suoi aperitivi taggandoci tutti.
    Senza contare che FB è utile anche dal punto di vista professionale e consente (almeno nel mio mestiere, che costringe spesso a un grande isolamento lavorativo) di fare networking, scambiarsi opinioni, risolvere dubbi ecc.
    E poi, a volte, serve anche a conoscere persone nuove e interessanti (tipo la Fede o la combriccola dei KW). Insomma, per me è sì.

    Mi piace

    • Non sto dicendo che sia del tutto negativo, tant’è che alla mia selezionatrice faccio controllare i profili FB dei candidati che convochiamo: se qualcuno ha postato la foto in cui ubriaco si fa una pisciatina sul portone di un condominio, lo scartiamo al volo. Se usato con parsimonia può essere uno strumento utile, per alcuni.
      Ma, onestamente, per la maggior parte degli iscritti è cazzeggio puro, e spesso a danno della produttività lavorativa dei dipendenti. Lo stesso vale per Twitter, you tube, what’s app, e mettiamoci pure i blog ….è l’abuso ad essere dannoso ed avulso dalla realtà.

      Mi piace

  2. Ho visto giusto ieri sera il film che narra della creazione di FB… E’ nato perchè il geniale (e stronzo) programmatore aveva litigato con la ragazza, in buona sostanza.
    Io lo uso per giocare a farmville (nessuno è perfetto, si sa), del resto mi importa poco, salvo alcune dritte di colleghi. E’ uno strumento inutile o pericoloso nella maggior parte dei casi.
    Conosco gente che va fuori a cena insieme e comunica via FB!

    Mi piace

  3. il mio preferito è questo: Dietro ogni uomo di successo c’è un account facebook disattivato.
    comunque quando impari ad usarlo impari a limitare le cazzate, le foto personali, i continui aggiornamenti di stato, nascondi le persone che postano foto dei gattini e ti chiedono di mettere un mi piace a un link farlocco sui disabili mentali tetraplegici muti della cambogia….
    Come dice Ella ci sono però autentiche risorse in facebook: io ci trovo registrazioni e appunti universitari che non troverei altrove.
    Certo, dopo che la mia collega ha saccheggiato le mie foto per farne un video di una collega che è morta, ritagliandomi dalle foto che mi vedevano con lei, ho tolto la visibilità delle foto a tutti i miei colleghi e ai compagni delle elementari e al vicino di casa e al panettiere di corso grosseto… bisgona imparare a essere cauti!

    Mi piace

  4. no Fedi, lo ha fatto perché è una persona meschina e alla fine facebook offre un vantaggio in più ai vigliacchi: non metterci la faccia. Le cose virtuali stanno quasi alla stessa maniera che nel mondo reale, per cui se uno è squallido è altamente probabile che su fb lo sia in modo esponenziale.

    Mi piace

  5. Mai creduto nemmeno per un attimo che su FB si possano trovare amici,una parola così abusata che ha perso il suo vero significato.
    Sono iscritta a Fb da 3 anni ,mai una volta ho sentito la voglia o il bisogno di raccontare i fatti miei in bacheca e non ho mai messo la mia foto,l’ho sempre usato solo per giocarci e basta!
    Mi ero illusa che i blog fossero diversi ,nel senso che sentirsi per telefono facesse nascere un’amicizia da quella credulona che sono.Da oggi non credo più a nessuno e comincerò a evitare anche le telefonate.
    Ciao,buona domenica
    liù

    Mi piace

  6. È da una vita che rimugino sul farlo o no il profilo fb, soprattutto lo farei perChe vivo a più di 700km lontana da amici e parenti. Per riallacciare dei rapporti e per coltivare, con un piccolo dispendio di tempo, che considero
    Di maggior valore rispetto al denaro, i rapporti a distanza con le persone care. Scrivere un tweet fare un like o un commento porta via molto meno tempo di una telefonata. Però finora resisto, sul ciglio, ma resisto

    Mi piace

Sei convinto di ciò che stai per scrivere?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...