WHAT’S LOVE GOT TO DO WITH IT

Sto leggendo molti blog, soprattutto femminili, in cui il tema attuale è l’amore. Che sia trovato, perso, mancante, desiderato, rimpianto, sconosciuto, negato, misconosciuto o altro, ma sempre di amore si parla. Cambiano i toni, secondo situazione, dall’euforia alla rabbia nel tempo di fare un click su una nuova pagina web.

Cosa sarà mai successo durante queste festività? Sarà forse che molti traggono bilanci in questo periodo dell’anno? E dire che gli ormoni (femminili quanto maschili) dovrebbero scatenarsi con la primavera…. Come ho già detto in un altro mio post, io sono ispirato in questo senso solo durante l’innamoramento (e la passione iniziale) o nel momento della fine (indipendentemente dal fatto che sia decisa o subita), e quindi ora essendo in fase intermedia di pacatezza cerco solo di far funzionare il tutto, e mi limito a pontificare qua e là (cioè io credo di esprimere solo la mia opninione, ma a volte mi lascio trascinare nell’interpretazione psicologica).

Ciò che mi colpisce, però, è che spesso vedo persone che tendono ad interpretare qualsiasi cosa accada loro (ovviamente in questo aspetto della loro vita) esclusivamente attraverso il filtro dei propri sentimenti e delle proprie sensazioni. Non che questo sia necessariamente un errore, ma distorce la realtà dei fatti, poiché è impossibile che l’altra parte (l’altra metà della mela, per quanto bacata possa essere) abbia esattamente la nostra stessa percezione ed interpretazione di atti e parole. In parole povere quel poveretto (o quel fantastico uomo, o anche quello stronzo bastardo) non sarà mai esattamente speculare a voi, né mai corrispondente alle vostre aspettative, care lettrici cadute qui per sbaglio. E quindi ritengo fondamentale iniziare a pensare che ciò che a noi appare evidente, non lo sia altrettanto per l’altra persona. In sostanza, invece di struggersi perché le cose non sono come le vorremmo, ed invece di elucubrare sugli altrui processi mentali, non sarebbe meglio essere chiari e diretti, e se qualcosa ci sfugge chiedere una chiara e semplice spiegazione? Così si eviterebbero tanti fraintendimenti anche sul significato di amore, e sulla distinzione tra esso, l’innamoramento e la passione.

Sarà che io non ho mai invitato nessuna donna a vedere la mia collezione di farfalle, quando invece intendevo fare una bella scopata. Anche perché il rischio era che fosse interessata realmente solo alla collezione, o che altrimenti mi scambiasse per il mostro di Firenze…..

Credits: Tina Turner per il brano che mi ha ispirato il titolo del post, e Pietro “PV” Vanessi per il suo Scupido

Annunci

23 risposte a “WHAT’S LOVE GOT TO DO WITH IT

  1. Evito accuratamente i blog dove si strugge d’amore o di rabbia per non farmi coinvolgere, all’argomento ritengo di aver dato abbastanza , a suo tempo.
    Comunque nella non sincerità molti uomini sono pari alle donne, e molti uomini e donne temono i sentimenti tanto da negarli quando sono ormai impiantati, purtroppo. La / le relazioni amorose sono veramente le più complicate che io conosca.
    Eppure sono molto belle.
    Se non fossero complicate sarebbero meravigliose.
    😉

    Mi piace

  2. mi permetto di pensarla diversamente da Ella: ci son uomini che di seghe mentali se ne fanno persino quando si fanno quelle fisiche.
    Sono la minoranza, ma ci sono.

    Fedi noi parliamo sempre di quel che conosciamo, ovvero noi stessi. Quindi ovviamente tutto è interpretato attraverso noi ed i nostri occhi ed il nostro vissuto…

    E non è detto che, sapendo questo, le signore di cui leggi le lamentazioni (e credo di farne parte) non abbiano provato a parlare, a dire, a esprimere, a chiedere spiegazioni prima di interpretare. Non sempre si ottengono risposte, non sempre dire a voce alta quel che si pensa, si vuole, si desidera, serve a qualcosa.
    Talvolta non viene nemmeno permesso. Altre ci si sente dire “ma io ti ascolto, puoi dirmi tutto, così almeno è chiaro” e quando esprimi, la risposta è “è un problema tuo” o “non ci avevo pensato” e fine dell’argomento.

    Ci sono uomini che ancora invitano a vedere collezioni di farfalle, di Fedifrago ce n’è uno solo, no?

    (e il discorso si può anche rovesciare)

    Mi piace

  3. “…Sarà che io non ho mai invitato nessuna donna a vedere la mia collezione di farfalle, quando invece intendevo fare una bella scopata…” ahahahahaahah sei un grande 😀 la sincerità sempre e comunque

    Mi piace

    • Nel mio periodo di “ricerca sperimentale” ho conosciuto diverse donne diventate diffidenti e chiuse proprio a causa di uomini (stupidi) che fingevano di costruire un rapporto solo per finire a letto. E poi sparire l’indomani.
      Questi poveri idioti facevano una fatica immane e perdevano un sacco di tempo nel recitare una parte e, tralasciando la stupidità del fare del male ad altri, non hanno mai capito che era molto più facile e proficuo dichiarare subito le proprie intenzioni (come facevo io, sempre in nome della ricerca scientifica ovviamente). Di donne che cercano sesso ed una relazione senza impegno ce ne sono molte.

      Mi piace

      • È vero, diciamolo una buona volta, perché si deve sempre tirare in ballo il sentimento? Per giustificarsi di che? Eppoi perché sempre le donne devono giustificarsi? Basta, è ora di finirla. non dico di accoppiarsi come bestie però intanto che aspetto l’amore con la A maiuscola dovrò pure fare qualcosa per passare il tempo….

        Mi piace

  4. a parte che ti prego di fornirmi elenco di codesti blogs, al fine di arginarli e salvarmi dal tedio, ma… pensa pure, però, che la spiegazione ed il chiarimento, ove richiesti, possono vedersi tornare indietro scuse, bugie o giustificazioni in totale evidente contrapposizione con il comportamento. E non dimentichiamo il famigerato “periodo” (non è periodo, è solo un periodo, è che ultimamente…), la qual cosa, per una anima affezionata e con spiccata indole materna, arriva come “porta pazienza”, ed ella la porta. tanta. spesso fino alla fine. quando scopre che l’ha portata affinché lui potesse traslocare per bene i suoi stracci in casa di un’altra.

    Mi piace

    • Era implicito, nel mio (s)ragionamento, che la comunicazione chiara fosse a doppio senso. A domanda precisa si riponde con precisione. Se l’uomo (o la donna) dice di aver bisogno di un periodo di riflessione significa che sta valutando altre strade (si tromba qualcun altro/a . nda) ed altre frasi di questo genere nascondono sempre un vigliacco e pusillanime.
      Quello che intendo è proprio la chiarezza, se tu mi vedi imbronciato anziché elucubrare su miei possibili tradimenti chiedimi come mai; poi magari è una tua impressione e te lo faccio notare, oppure ti dico che ho mal di denti (o che non mi stanno pagando una fattura di tredicimila euro), e siamo tutti contenti (incluso chi non mi sta pagando la fattura)

      Mi piace

  5. Gli uomini campioni di pianificazione e le donne masturbatrici del proprio cervello? bella questa idea, molto soggettiva…non è ironia! credo! è che io essendo donna “ho veduto cose che voi umani” 🙂 …anche perfetti opposti, insomma, farfallai di professione e signore dalla scopata imbarazzante…tutto è così relativo!! E’ bello leggere i blog semplicemente per capire, a grandi linee, come la pensa chi lo scrive, con un beneficio d’inventario molto ampio, fra l’altro! 🙂

    Mi piace

    • Lungi da me l’idea di generalizzare, anche perché ti assicuro di aver visto cose che anche gli androidi….. 😉
      Diciamo che mi piace stigmatizzare alcuni eccessi ed alcuni stereotipi, e li utilizzo per ironizzare; non sono in grado di scrivere lunghe elucubrazioni serie, io.

      Mi piace

      • che in sintesi vorresti dire che le pippe mentali le lasci agli altri 😀 pensa che a volte farei post vuoti poi invece mi lascio tentare e scrivo sermoni pesanti, inutili, noiosi…serve a me, poi ci rido sopra! 😉

        Mi piace

        • In realtà vuol dire che in passato mi “impegnavo” di più. Ora ho poco tempo e voglia, e dai massimi sistemi sono passato al pensiero minimo. Come un gioco funziona finché mi diverte (e quando è breve) 😉

          Mi piace

          • E’ che la vita “fuori” mi assorbe molto …e le energie residuali sono talmente ridotte da lasciarmi solo la voglia di qualche battuta ironica e qualche calembour …le “cose” serie le lascio ad altri

            Mi piace

          • ma dove le vedi le storie “serie”? siamo una ripetizione di fatti e di cose già accaduti e ognuno invece sente di scrivere il nuovo in maniera unica…banali e scontati, talvolta presuntuosi…siamo umani, nulla di più! 😀
            Io amo leggere …tutto…soprattutto quello che uno cela.

            Mi piace

          • A volte sotto la superficie si cela un mondo intero, come accade con il mare. Il più delle volte, purtroppo, come in una pozzanghera, vi è solo acqua sporca.
            Sarà che con il passare del tempo sono sempre meno paziente, e sempre più politicamente scorretto e cinico, ma ho conosciuto pochi mari e molte pozzanghere 😛
            ….ovviamente non mi riferisco a te

            Mi piace

  6. eh eh… carino sto post e un pò mi ci sono letta. (egocentrismo)
    sono pienamente consapevole che la mia realtà può anche non essere la realtà degli altri. anzi, credo sia una fortuna che sia così anche perchè gli altri possono vedere gli stessi aspetti della questione da punti di vista differenti cogliendo altri particolari, oppure valutando tutt’altri aspetti. Del resto come dicevano Grinder & Bander: “La mappa non è il territorio”.

    mah io sono una fervida sostenitrice delle “differenze elettive”.
    questo non significa che apprezzi anche le affinità, ma le affinità sono come la collezione di farfalle (non di pacciani ma del luogo comune), il banco di prova di una relazione è quando devi verificare che anche le differenze siano elettive. E noto con tristezza che molti, per un orgoglio negativo e distruttivo non vogliono nemmeno mettere in campo armistizi che infondo non sarebbero nemmeno tanto pesanti da sopportare.

    Basta considerare lo sciame di persone che ribadisce a piè sospinto il non voler fare compromessi, mai più, adieu! Niet!

    boh sulle seghe degli uomini ho notato che spesso e volentieri se le fanno quando ci rimangono secchi per una tipa. Si fanno quelle che noi donne di norma ci facciamo ogni giorno sommate e concentrate in quel periodo. Infatti spesso e volentieri gli uomini che hanno paura di lasciarsi andare lo fanno per paura di perdere il controllo.
    cià buona domenica

    Mi piace

Sei convinto di ciò che stai per scrivere?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...