SESSO …O ESSE

Un commento al mio post precedente recita: il sesso è inizio e fine della libertà, e sempre l’unica gioia pura e concreta che offre la vita. Non è la prima volta che affronto, nel web come nella vita, una riflessione sul sesso e sui sentimenti, e ringrazio Titti per avermi portato il suo punto di vista, che trovo molto interessante e stimolante.

Se riusciamo ad essere consci di noi stessi, dei nostri limiti quanto delle nostre abilità, se riusciamo a viverlo senza alcuna inibizione e senza alcun tabù psicologico o sociale, il sesso ci rende liberi. Siamo liberi di condividere i nostri desideri e la nostra voglia di sperimentare e di godere con altre persone (dello stesso o di sesso opposto, secondo la propria tendenza). La cosa più difficile, soprattutto per alcune donne, è non cadere nella trappola dei condizionamenti sociali che, deprecando la libera sessualità al fine di gioire della fisicità e – perché no – delle sensazioni che ci coinvolgono anche su di un piano mentale ed emotivo,  vorrebbero imporci un modello di sesso solo come coronamento di una relazione amorosa [tra l’altro io considero una forma di amore anche lo sperdimento dei sensi e la dedizione nel far godere sempre al meglio la propria compagna – che sia del momento o meno]. Sarò cinico, ma credo più alla promessa che due corpi si scambiano di perdersi nel vortice dei sensi senza remore per una notte, più che alla promessa di “amore eterno” tra due sposi. In fondo il sesso ha sempre dichiaratamente e per forza di natura una fine, l’amore invece è eterno finché dura (per quanto, non è dato sapere).

Fine della libertà, questo affermazione ho più difficoltà ad interpretarla e farla mia, magari l’autrice ci spiegherà meglio; per quanto mi riguarda posso vederlo in questa veste solo quando ci possa rendere schiavi. Ho conosciuto uomini (o per meglio dire maschi) commettere ogni sorta di follia pur di continuare (o intraprendere) una relazione sessuale. Io sono stato un libertino sregolato, giungendo in un periodo della mia vita a frequentare sino a quattro donne contemporaneamente, ed il sesso mi appaga moltissimo, però posso anche tranquillamente farne a meno (forse proprio perché ne ho “dispensato” generosamente?).

La sessualità come gioia concreta, mi piace e mi convince, anche se fatico a definirla pura. O meglio, le gioie del sesso si possono definire pure solo quando questo è fine a se stesso (attenzione, non intendo il sesso come mera “ginnastica”, sono sempre andato a letto con donne che mi hanno trasmesso intense emozioni), cioè quando il sesso non è usato come uno strumento – da uno dei due – per ottenere altro. La passione erotica deve essere vissuta concedendosi in maniera totalizzante, o almeno così a me piace che sia, però dobbiamo essere intellettualmente onesti con noi stessi, e riconoscere il sesso per ciò che è: puro godimento. Dobbiamo porre attenzione nel non volerci convincere a confonderlo con innamoramento ed amore; certo, il sesso è una componente fondamentale dell’amore, ma esiste anche senza di esso e soprattutto non è l’amore.

Senza tante perifrasi e dietrologie, una bella scopata spesso è proprio ciò che appare essere: solo una bella scopata.

 

Grazie all’amico Pietro Vanessi per le sue gustose vignette

Annunci

12 risposte a “SESSO …O ESSE

  1. ehilà, che onore !! Eccomi qui.
    Praticare serenamente la sessualità è libertà.. lo hai spiegato benissimo.
    Fine della libertà è quando la vita ti impone di non praticarlo come vorresti, allora ne senti la mancanza e magari ne soffri, aneli a quello, non vedi più cose che comunque sono piacevoli, vuoi il sesso..e…non ce l’hai , tutto diventa più spento ..a meno che non accetti di pagare in denaro..o trovi chi e come..Non facile soluzione, è un problema, se hai un problema non sei libero.

    Gioia pura. il sesso ben praticato è gioia , godimento, piacere..non c’è altro termine per raccontarlo, puro godimento come hai ben detto. e c’è di più: se è condiviso è ancor più bello e porta con se, concretamente emozioni notevoli.
    inoltre l’amore per essere tale ha bisogno del sesso . il sesso non ha bisogno dell’amore, ma del desiderio….
    Inoltre vogliamo parlare dei benefici che il sesso porta alla SALUTE?
    Grazie dell’attenzione …

    Mi piace

  2. AH AH AH AH ….ottima la vignetta! Tutto giusto e sacrosanta quello che dite, però c’è una cosa che mi ha colpito: la vignetta pubblicata parla di “ana-lizzare”, tu Tittina “ane-li”. Ci manca solo che parliate di ano-ressia che, se qualcuno aveva dei dubbi, se li fa passare di colpo. Allora volete la guerra? E guerra sia!

    -anodizzare, potrebbe essere una valida alternativa a sodomizzare così inflazionato.

    -anofele, la famosa zanzara anofele, così detta perché si fa un c… tanto a forza di succhiare.

    -anomalia, sta ad indicare un noto difetto dell’ano. Dicesi anomalia quando si ha una fortuna sfacciata….tu hai un culo talmente grosso che se lo metti fuori dalla finestra un’aquila ci fa il nido”…. anomalia posteriore.

    -anonimo, dicesi di culo senza nome, sconosciuto.

    -anorgasmico, e per forza! E’ un culo, mica una vagina!

    -anormale, dicesi di ano di rara bellezza….prima si diceva “anononmale”, ma poi, siccome un po’ di male si sente (e non è che sia poi così spiacevole) si è preferito chiamarlo anormale.

    Penso di essere stata esaustiva. Per eventuali chiarimenti arrangiatevi da voi.

    Mi piace

      • Modestamente…merito del pro pro zio Federico che ai suoi tempi fini anche in galera perché aveva composto dei versetti piuttosto licenziosi che andarono a ruba tra i cittadini. Ma le beghine non gradirono e fecero la spia al prete che lo denunciò e così fini in galera. I suoi libretti furono bruciati perché considerati opera del demonio. Come vedi Tittina, in quanto a parenti tosti nemmeno io scherzo.

        Mi piace

    • Sono in disaccordo sull’anorgasmico ….ho conosciuto diverse donne che “godono” con rapporti anali.
      E poi, che dire di un uomo anaffettivo? Secondo la tua teoria non sarebbe un uomo privo di sentimenti, ma uno che si affeziona al culo …..

      Mi piace

      • Certo che si può provare piacere anche perché, anatomicamente parlando, i due organi sono vicini. Per cui se sollecitati come si deve, si può provare piacere. Ma l’ orgasmo vero e proprio è un’ altra cosa.

        Mi piace

          • Sì, è vero quello che dici, ma procurano un piacere intenso che non ha niente a che vedere con l’ orgasmo vaginale. Quando questo avviene le pareti della vagina e dell’ utero si contraggono ritmicamente. L’ ano, per quanto possa dare piacere, non si contrae all’ interno. Mettiamola così, se si è profondamente coinvolti, si può arrivare all’ orgasmo vaginale unitamente ad un profondo piacere anale. Ma è un fatto psicologico. Che poi una dica “ho goduto anche di culo” e ne sia convinta, contenta lei contenti tutti.

            Mi piace

  3. Ti farò un riassuntino, tanto per non essere fraintesa.
    L’orgasmo è quella sensazione meravigliosa che si prova col “che ci do che ci do”. quando questo avviene le pareti dell’utero e della vagina si contraggono ritmicamente. E’ chiaro che, essendo organi vicini alle pareti del retto, queste contrazioni interessano anche lui. Quindi cosa succede quando si tromba di dietro? Succede che, se lui ci sa fare e lei si muove giusta, si sollecitano le pareti del retto ma anche quelle dellla vagina e dell’utero che sono lì vicino. E così, sollecita tu che sollecito anch’io, ecco che succede il miracolo. E molte sono convinte di aver provato l’orgasmo col culo, ma non è stato lui, è stata la vagina che d’accordo con l’utero ha cominciato a contrarsi tutta dalla felicità, e il retto a questo punto che vuoi che faccia? Sta lì a battere le mani? No di certo, al grido di “Vengo anch’io!” si butta nella mischia e partecipa, mentre gli altri due gli gridano:” No tu no! Noi veniamo, tu ti limiti a contrarti per darti delle arie. Ma l’orgasmo è solo nostro, è una nostra specialità. E non lamentarti, accontentati delle tue terminazioni.”

    Mi piace

Sei convinto di ciò che stai per scrivere?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...